Le masserie di Torre Pali e del territorio di Salve, nel Salento

Le masserie del territorio di Salve

Le tante masserie che si incontrano lungo il territorio del Comune di Salve sono oggi in gran parte ristrutturate e trasformate in strutture turistiche, altre in residenze private, altre ancora sono abbandonate al loro inesorabile destino.

Per molto tempo le masserie sono state punto di riferimento per la vita economica e sociale del Salento. Erano sostanzialmente delle vere e proprie aziende rurali all’interno del quale un piccolo mondo conviveva. Nel corso del XIV secolo anche le masserie vennero dotate di torri di difesa come voleva il piano difensivo di Carlo V attuato per frenare il pericolo turco.

Masseria de li PALI
Si trova proprio a Torre Pali, a pochi minuti dal centro abitato. La costruzione del piano inferiore risale al 1532 mentre il piano successivo e la torre furono realizzati nel 1560.

Masseria Borgino
Si trova sulla collina a ridosso della Marina di Pescoluse a circa 2KM dal mare. Anche questa masseria, oggi in stato di abbandono, ha la sua alta torre cinquecentesca comunque ben conservata. A pochi metri di distanza anche due belle aie di cui una scavata direttamente dalla roccia.

Masseria de li FANI
La masseria dei Fani si trova lungo il bellissimo CANALE DEI FANI. Un luogo che racchiude in se tutto il fascino di millenni della nostra storia. Nei pressi della masseria infatti si trovano i resti rinvenuti di un villaggio dell’età del Bronzo “LA CHIUSA”. Attualmente è di proprietà della famiglia Tamborino e viene utilizzata come residenza estiva. La torre che ancora oggi è ben conservata, fu costruita nel 1577 dai Gonzaga, i Conti di Alessano che al tempo erano i feudatari del feudo dei FANI.

Masseria de Santu Lasi
Si trova quasi in paese tra Morciano di Leuca e Salve, nei pressi della Chiesetta di San Lasi.Molto carina la torre decorata con beccatelli e con la data di edificazione incisa (1577); doveva fungere anche come torre di vedetta visto che si trova sul punto più altro del territorio a 102 mt sul livello del mare. Gli edifici abitabili si snodano su due piani; un ampio giardino con pergolato, viali, grande cisterna per raccogliere l’acqua piovana.

La Masseria di DON CESARE
Si trova su uno dei territori più belli del Salento. Alle spalle di Pescoluse, nell’entroterra la collina si apre ad un paesaggio veramente unico ed affascinane. Qui si trovano la grotta Montani dove furono trovati oggetti in selce e la suggestiva GROTTA DELLE FATE, un complesso carsico all’interno del quale secondo la credenza si trova un frantoio ipogeo che macina pepite d’oro. La MASSERIA DI DON CESARE, resiste a fatica al passare del tempo e, nel corso degli anni stiamo assistendo aimè alla sua lenta agonia. Deve il suo nome al Nobile Siciliano Don Cesare de Franchis che nel 1648 si trasferì a Salve sposando Lucrezia de Notaris. Prima di appartenere a Don Cesare era conosciuta con il nome di Masseria delle Paduli: la costa infatti era interamente infestata dalle paludi dovute al ristagno delle acque che a causa delle dune di sabbia non riuscivano a confluire facilmente in mare.

Aparo Valentini
Si trova a due passi dalla Masseria di Don Cesare. Costruito per l’allevamento delle api, ha l’aspetto di un piccolo forte con all’interno anche una torre colombaia.

Masseria di Don Cesare, torre prima del crollo

Masseria Palombara
Prese questo nome da quando all’interno fu costruita una torre colombaia. Si trova sull’antica via TRAIANA che da Ugento portava alla città messapica di Vereto. Per molti anni ha ospitato allevamenti di bestiame, negli ultimi anni invece, completamente ristrutturata ospita un caratteristico Bad and Breakfast.

Masseria Prufichi
Molto suggestiva la posizione della Masseria Prufichi, in cima alla bella collina dove un tempo secondo la leggenda esisteva la città messapica di CASSANDRA.

Masseria Spigolizzi
Si trova sulla collina Spigolizzi, adibita ad abitazione, ci ha abitato fino alla sua morte lo scultore MOMMENS NORMAN. All’esterno nei territori di pertinenza della tenuta, sono presenti molte delle sue sculture.

Masseria Serrazza
Oggi ristrutturata ed adibita a residenza estiva, conserva la suggestiva cappella del 500.

Masseria de le Gnizze
Anch’essa lungo l’antica via Traina, nei pressi di quello che resta della cappella delle Gnizze

Masseria Scafazzi
E’ di proprietà del famoso ed amato ALDO SIMONE che tanto ci ha lasciato sulla storia di Salve e del territorio. La data di realizzazione risale a diverse epoche; la torre risale al XVI secolo proprio come quasi tutte le torri costiere di difesa nel Salento, mentre gli altri edifici sono di epoche successive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *